1° Festival Internazionale ASDEC - "Città di Messina"

Il primo Torneo Internazionale di scacchi della città di Messina, svoltosi dal 28 agosto al 3 settembre 2011 nei locali dell’Oasi Azzurra Village di S. Saba a circa trenta chilometri da Messina, è la prima importante iniziativa del giovanissimo circolo scacchistico Enzo Crea, nella speranza che l'attuale fermento trovi il modo di accrescersi grazie all'interesse degli sportivi ed alla sensibilità delle istituzioni.
 Dopo ferragosto, con tanta gente in vacanza, il Festival si è rivelato una scommessa vinta dall’ASDEC: cinquantasei partecipanti di cui solo quattro invitati (i GM Epishin, Naumkin, Drasko e Levin); il tutto malgrado un montepremi di circa tremila euro, certamente non tra i più alti tra i Festival estivi giocati in Italia. Basti pensare che contemporaneamente al Festival si è svolto il torneo internazionale di Alghero organizzato da Punto Esclamativo (oltre diecimila euro di montepremi); inotre, subito dopo, sono seguiti i tornei di Amantea, Cesenatico ed Imperia che, con tanti invitati e alti premi, sono una calamita per tanti forti giocatori.
Come ciò sia stato possibile deve essere argomento di analisi.
Anche se la crisi economica ha accorciato le vacanze degli italiani, quasi la metà degli iscritti provenivano da fuori regione. Amaramente constatiamo che gli scacchisti siciliani disertano le manifestazioni della nostra città e provincia (poche adesioni anche agli altri tornei in provincia di Messina nel 2011). Qualcun'altro direbbe che le ragioni delle partecipazioni ad un festival internazionale sono un’alchimia inspiegabile.
Le ragioni della scommessa vinta sono secondo noi rintracciabili nell'attività di divulgazione e di diffusione degli scacchi nella città di Messina, nell'organizzazione di ben venti tra tornei sociali, blitz e rapid in un solo anno di attività ed una pubblicità efficiente anche se non appariscente. Ci piace pensare che possa anche essere stata contagiosa la nostra voglia di concepire gli scacchi come un momento di aggregazione e di sport prima che di affermazione; l'atmosfera di amicizia e di collaborazione presente al Festival è per noi il successo più importante.
Tra i mille ringraziamenti che omettiamo per paura di dimenticare qualcuno, la priorità assoluta va al nostro Amico Peppino Lamonica che non si è mai risparmiato, presenziando al Torneo per tutta la sua durata, dispensando consigli ed incoraggiamenti.

Torneo A

Per quanto riguarda l'aspetto agonistico, nel Torneo A si è imposto per spareggio tecnico il GM Vladimir Epishin con 8 punti su 9 seguito dal GM Felix Levin. Ad un punto di distanza troviamo il GM Milan Drasko e quarto, con due punti di distacco,  il GM Igor Naumkin, vecchia conoscenza degli scacchisti siciliani. Tra gli italiani, ottime prestazioni di Stefano Carbone di Reggio Calabria, e dei catanesi Pietro Pisacane e Salvatore Gangemi. Il premio di fascia Elo minore di 2000 punti è andato a Luigi Arito.

Torneo B

Nel torneo B, il successo ha arriso a Giuseppe Girgenti, siracusano residente in Umbria ormai da qualche anno. A mezzo punto il giovane Davide Gelardi, un giovane messinese in grande crescita seguito da Marco Grudina di Gorizia. Completano il gruppo dei premiati, Andrea Iannello, neo campione italiano under 10, ed Elvin Buda, socio ASDEC. 

Torneo di Promozione

Appassionante fino all'ultimo incontro, il Torneo di Promozione con il successo di Antonio Leonardi di Giarre seguito da Michele Mangraviti e Fabio Germanà. Un grazie particolare a Michele Mangraviti e Pasquale De Benedetto per aver partecipato al loro primo torneo ufficiale pur non essendo più in giovane età; la loro presenza ha certamente nobilitato il Festival, grazie al grande spirito di passione.

Premio Fairplay - "Enzo Crea"

Infine, una menzione per il premio speciale "Enzo Crea" per il fairplay, vinto dal milazzese di adozione Renato Fenocchio. A volte può difettare la tecnica, mai lo spirito: complimenti!